Sono una consumatrice di cosmetica tecnologica. Ovvero, al cosmetico chiedo competenza, unicità, credibilità, innovazione. Sono anche una discreta esperta di marketing, pertanto certi messaggi mirabolanti che promettono di aver scoperto la formula dell’eterna giovinezza vengono automaticamente cestinati. A meno che, non mi si dimostri dove stia il miracolo.

A quanto sopra, aggiungiamo una trentina d’anni di pratica abituale di consumo: una costanza che mi ha portato a provare innumerevoli prodotti e innumerevoli brands. Un percorso di scoperta e riscoperta davvero affascinante e che non smette mai di stupirmi.

Dal punto di vista della pelle sono abbastanza fortunata. A 47 anni non ho rughe, ma leggeri segni d’espressione e una grana della pelle fine e ancora senza grandi difetti. Da qualche anno l’esposizione al sole, oltre all’abbronzatura, mi lascia delle macchie brune, che provo a gestire con la protezione viso spf50 e esponendomi al sole mai prima delle 16.30/17.00. Ma le macchie si formano lo stesso, segno che la sintesi della melanina è ormai compromessa. Insomma, anche se in faccia non mi si legge l’età, qualche problemuccio da affrontare c’è. Oggi poi, con l’uscita dal mercato della linea di cosmetica giapponese che ho utilizzato finora con grandissima soddisfazione, si aggiunge il problema di trovare il cosmetico giusto per la mia pelle.

La cosmetica oggi si è straordinariamente evoluta e diversificata. Non c’è problema della pelle che non venga trattato con grande scientificità. Al pari di altri settori, oggi possiamo definire la cosmetica un vero e proprio settore “high-tech”. E qui ritorno al punto di partenza, ovvero alla credibilità della tecnologia pubblicizzata. I proclami di eterna giovinezza assicurata sono privi di significato e veridicità. Si invecchia, per un naturale processo, in modo più o meno veloce per effetto della genetica, dello stile di vita e della propria storia (la salute, le emozioni). Il punto è cercare di gestirlo bene, frenandolo laddove possibile.

Decido di ripartire dal Giappone, luogo magico a me legato per diversi motivi. Non ultimo, il luogo di provenienza della mia ultima, soddisfacente esperienza skin care. E riparto da Shiseido.

sue-yabe---poster-shiseido-face--powder

sue-yabe—poster-shiseido-face–powder

SHISEIDO, UN APPROCCIO FUNZIONALE E FILOSOFICO ALLA CURA DELLA PELLE. DA PROVARE IN RINASCENTE A MILANO.

Colpita dal lancio di un nuovo trattamento dal concept assolutamente innovativo, decido di partecipare all’evento Shiseido, allestito alla Rinascente a Milano e dedicato ad una serie di lanci di prodotto, in particolare a ULTIMUNE, trattamento per il viso. Al 5° piano dello store di Piazza Duomo, Shiseido ha allestito una lounge accogliente dedicata ai trattamenti viso e al make up. I temi della marca si inseriscono molto bene nell’ambientazione. Vengo accolta con grande discrezione dalle vendeuse e da Roberta, l’estetista che si prenderà cura del mio viso.

Un buon caffé, poi Roberta, da vent’anni in Shiseido, parte con le domande di rito per scoprire il mio stile di vita e il mio stile cosmetico. E’ facile entrare in sintonia con questa professionista delicata e competente, che riesce ad inquadrare con grande lucidità i miei bisogni.

Lo step principale si svolge ovviamente in cabina, dove ho potuto apprezzare l’impatto dei trattamenti Shiseido sul mio viso.

SDRAIATA SUL LETTINO, IN COMPLETO RELAX. ROBERTA SI PRENDE CURA DEL MIO VISO.

La cabina invita al relax assoluto. Ci si sdraia su un lettino per una sintonia totale con l’estetista. Lievi note di musica giapponese rallentano il tempo. E’ piacevole ascoltare i dialoghi nelle cabine attigue. Vicina a me, una signora rivela di essere incuriosita dalla novità in lancio: lei che è alla ricerca della crema miracolosa! Si preoccupa di informare l’estetista di non toccarle la fronte perché fresca di botox. Un vero peccato, perché il massaggio rituale giapponese, che conosco molto bene perché ne ho studiato recentemente i fondamenti, parte proprio dalla fronte, con una serie di passaggi fondamentali che servono a distendere i muscoli. Quanti danni non fa il Botox…

Intanto da Roberta scopro di avere una pelle normale, ancora bella e ben trattata. Un buon inizio. Si comincia con la doppia detersione, un classico nella routine giapponese. I prodotti vengono massaggiati con movimenti circolari. In prima battuta utilizza Creamy Cleansing Emulsion, poi la Creamy Cleansing Foam entrambi della linea Benefiance. La foam ha la particolarità di trasformarsi in schiuma, massaggiandola con acqua. Mi viene applicata con una brush, quindi rimossa con velina inumidita. Roberta scopre una breccia nella mia routine di detersione: non effettuo esfoliazione. Mi propone un prodotto straordinario, ovvero il Super Exfoliating Discs della linea Bio-Performance, un dischetto con al suo interno un esfoliante naturale a base di enzimi, che si attiva premendolo tra le dita con acqua, poi si passa sul viso utilizzando entrambi i lati del dischetto (nido d’ape, quindi seta). Non c’è abrasione al passaggio del dischetto sul viso, in una parola, perfetto! Dopo la fase completa di detersione sento già il mio viso fresco e leggero. Una sensazione di grande benessere.

IL MASSAGGIO RITUALE GIAPPONESE RICONCILIA CON L’UNIVERSO…

A questo punto ricevo una generosa dose di lozione Balancing Softener della linea Benefiance, che ha lo scopo di preparare la pelle a ricevere i principi attivi delle fasi successive veicolandoli nel cuore dell’epidermide. La texture della lozione è, anche in questo caso, leggera e freschissima. La mia pelle applaude con entusiasmo!

Si parte con il massaggio rituale, effettuato con apposita crema da massaggio, che va a stimolare con opportuna manipolazione i punti tsubo presenti sul viso. Molto piacevole e energizzante. Il massaggio termina con la rimozione dell’eccesso di crema e completato con l’applicazione di una confortevolissima maschera al retinolo, Pure Retinol Intensive Revitalizing Face Mask della linea Benefiance: un vero e proprio cocktail tonificante e rigenerante. La posa, di soli dieci minuti, mi lascia la pelle rigenerata e vitale.

ENTRA IN CAMPO ULTIMUNE: COSMETICO IN GRADO DI RINFORZARE L’IMMUNITA’ DELLA PELLE

Innovazione coperta da ben 31 brevetti internazionali, oltre 20 anni di ricerca che hanno come punto di partenza il rapporto esistente tra gli stress emotivi e gli inestetismi cutanei del viso. Nel corso degli anni, i laboratori Shiseido sono stati in grado di elaborare un complesso unico, in grado di rafforzare l’attività delle cellule di Lagerhans (= le sentinelle immunitarie situate nell’epidermide) per una pelle più forte, sana e vitale.

Il siero Ultimune si inserisce nell’ambito della routine cosmetica esistente e si applica subito dopo la detersione. Dopodiché si stendono tutti gli altri prodotti che siamo solite utilizzare.

Ricevo una dose di Ultimune su viso e collo e ne apprezzo da subito freschezza, leggerezza, immediata penetrazione nella pelle. L’applicazione è rapidissima, un breve gesto e il cosmetico è assimilato. Mi ha convinta, Ultimune sarà mio.

Roberta, a questo punto, completa il trattamento applicando il siero Superior Radiance Serum della linea top Future Solution LX, anti-età globale, indicato per le discromie, la crema labbra e occhi Eye and Lip Contour Regenerating Cream, sempre Future Solution LX ed infine, la Day Emulsion sfp15 della linea Benefiance.

1932-mitsugu-maeda-poster-per-prodotti-manicure

1932-mitsugu-maeda-poster-per-prodotti-manicure

 

RISULTATO? IMPENSABILE FINO A QUALCHE ORA PRIMA.

Mi guardo allo specchio e scopro una pelle d’altri tempi. L’incarnato è realmente luminoso, la pelle è morbida, setosa e compatta. La sento leggera, come se avessi applicato un solo prodotto. Decido di non applicare alcun fondotinta e di lasciare la pelle libera di respirare. E’ bella così, non c’è bisogno di alcuna correzione.

Ho ancora nel mio beauty una serie di prodotti ASTALIFT da terminare, pertanto decido di acquistare ciò che mi serve: ULTIMUNE, SUPER EXFOLIATING DISCS (fantastici) e BALANCING SOFTNER. Una routine con i fiocchi!!!!

Sfruttando una serie di benefit, quali lo sconto Rinascente card e lo sconto sull’acquisto di 3 prodotti, ottengo un vantaggio di oltre 50 Euro. Ricevo inoltre una bellissima pochette piena zeppa di campioni utilizzati durante il trattamento di oggi.

Roberta, che ringrazio ancora per il memorabile trattamento e per il viaggio alla scoperta delle eccellenze Shiseido, mi inserisce sin d’ora nella mailing list del prossimo evento di febbraio, con la partecipazione delle esperte giapponesi: non mancherò sicuramente.

Ci sono ancora due giorni utili per sperimentare il trattamento globale Shiseido alla Lounge allestita alla Rinascente di Piazza Duomo a Milano. Prenotatevi al nr. 334/2490272 per un’ora ai confini della realtà…

(Visited 876 times, 1 visits today)
Stampa Stampa