Ieri, il giro di BOA. Ladies and ladies, ho 50 ANNI. E ho anche il ciclo, arrivato proprio ieri (in perfetto orario) come il più bel dono di compleanno.

Quindi, cara la mia menopausa fatti più in là, che qui è ancora presto.

La prima cosa che ho fatto ieri è stato pesarmi. Peso 54 Kg. come ai vecchi tempi, quindi anche il mio aspetto fisico si è stabilizzato nonostante il tempo. Non ho la fissazione del peso, ho la fortuna di riuscire a mantenerlo senza fare grossi sacrifici e questo, grazie alla vita oltremodo dinamica che conduco. Il controllo del peso, nel nostro caso, è fondamentale per prepararci al meglio all’invecchiamento reale, ovvero, il tipo di invecchiamento che morfologicamente e fisiologicamente ci modificherà in modo irreparabile ed è proprio dietro all’angolo. Ci tenevo ad arrivare ben conservata a questo appuntamento, quindi mi faccio “pat” sulla spalla e posso guardare avanti con serenità. Badate bene, non ne sto facendo una questione estetica perché ognuna di noi è bellissima a modo suo.

Ricapitolando, ho compiuto 50 anni, sono nel pieno del ciclo, peso 54 Kg come ai vecchi tempi e… mi sono permessa lo sfizio di provare un paio di difficoltà (di base) da ginnasta: rondata e ruota. Yesssss! Entrambe mi vengono benissimo! Come la spaccata. Ho deciso di coltivarmi questo trittico fondamentale nella dotazione di una ginnasta, fino a quando il fisico mi permetterà di esercitarlo. Sono una piccola soddisfazione personale, nonché la mia cifra, oltre a un ottimo modo per “sentire” il mio corpo e controllarlo.

Festeggiamenti? Non sono un tipo da grandi celebrazioni. Mi sono presa due giorni di ferie per staccare la spina, liberare la mente e dedicarmi a una normale quotidianità. Che poi ha significato uscire spesso con Nanami, mettermi ai fornelli, piantare fiori coloratissimi, pensare ai prossimi progetti e allenarmi con discreta calma. Ho però messo in calendario qualche momento di festa, che ho deciso di disseminare nell’arco di un anno, proprio per dare a questo 2017 una dimensione di unicità.

Regali? Ho deciso che sarà il 2017  il mio regalo, quindi coglierò le opportunità e i frutti che vorrà farmi trovare lungo il cammino e ne farò tesoro durante il percorso verso questa fase nuova della mia vita. Mi sono trovata a riflettere parecchio in questi giorni e apprezzo il fatto che, tutti i pensieri che sono passati per la mia mente abbiano una valenza positiva. Diciamo che sto allenando tantissimo la mente alla positività e già ne vedo gli effetti. Il primo e più evidente effetto è la calma, condizione questa che ci fa vivere davvero meglio. L’esercizio alla positività non richiede tempo dedicato (io non ne avrei), solo un cambio di mindset. Non è difficile e avviene in modo naturale e graduale, a patto di crederci e di volerlo davvero. Naturalmente, ho in elenco un paio di regalucci TOP, che andranno ulteriormente ad “appesantire” questo mio 50esimo anno. La filosofia di vita da sola non basta, ci vogliono anche giuste gratificazioni!

Ho deciso di mettere come foto principale di questo post, uno scatto effettuato martedì scorso, durante l’evento F DESIGN WEEK. Mi ritrae insieme alle ginnaste olimpioniche ERIKA FASANA (un batticuore, quando l’ho accolta alla location del Magna Pars di Milano) e VERONICA BERTOLINI (elegante e funambolica). Voglio che siano loro ad affiancarmi virtualmente in questa speciale occasione. Ginnaste, per sempre.

#TURNING50: si parte…

 

 

Stampa Stampa