Sabrina ha anticipato il mio post, chiedendomi riscontro, così sono qui a chiedere scusa a tutte le amiche che avevano aderito al mio invito a una serata tutta al femminile, che avevo proprio previsto in questa settimana. La nostra cena è solo rimandata al prossimo autunno, è una promessa. La location che avevo individuato era strepitosa, così il programma, il menu, ma soprattutto l’ospite speciale che aveva aderito con entusiasmo all’invito. E che ha riconfermato comunque il suo interesse a partecipare.

Il nome dell’ospite non lo posso fare perché è davvero “top” e con questo vorrei tenere vivo l’entusiasmo con cui avevate risposto alla mia proposta, chiedendovi di riposizionare la cenetta. Date ancora non ne ho, ma sto pensando al mese di novembre. Tornerò da voi con un programma ben definito e a quel punto rifaremo la conta.

Gli impegni di lavoro mi hanno letteralmente travolta ed è questo il motivo per cui ho rimandato la cena e diradato i post. Ho assunto nuovi incarichi, mentre gli esistenti si sono intensificati moltissimo, lasciandomi ben poco da dedicare (purtroppo) al tempo libero  alle amicizie. Se in più ci mettiamo anche gli impegni sportivi, che chiudono le fessure lasciate libere dal lavoro, ecco che non rimane più nulla.

Un po' di spazio l'ho dato al canottaggio. E questa è la mia medaglia d'argento ai Campionati Italiani. Vinta in doppio con il supercapovoga Fabio Mirri.

Un po’ di spazio l’ho dato al canottaggio. E questa è la mia medaglia d’argento ai Campionati Italiani. Vinta in doppio con il supercapovoga Fabio Mirri.

Sono la prima persona a non credere nelle liste dei “to do” o, peggio ancora, nelle “wish list”. Ho deciso però, che da questo momento in poi restituirò equilibrio alla mia vita, a cominciare dal recupero delle amicizie. Quelle vere. Non può, il perimetro di una vita, limitarsi al lavoro. Non può, non a cinquant’anni.

Amicizie (vere), poi i libri e la cucina. Insomma, un ritorno alle origini.

A proposito, proprio questa sera, a causa della soppressione del treno (causa: non funzionamento dell’aria condizionata, sì avete capito bene…) mi sono dedicata un giro alle Feltrinelli. Non vi anticipo nulla, ma ho scoperto una iniziativa davvero intrigante, che, manco a dirlo, mi ha subito catturata e che vi racconterò domani. Ebbene, “grazie” al ritardo ferroviario ho scoperto un autore che non conoscevo e mi sono letta d’un fiato un libro meraviglioso. Cosa desiderare di più…

Care amiche, scusatemi ancora e… se avete già richieste da farmi sul menu… fate pure. Devo farmi perdonare, no?!

Buona serata!

 

 

Stampa Stampa