Ci voleva una giornata di ferie, per convincermi a dedicare tempo al blog. Sono stata assente giustificata, il lavoro mi ha davvero assorbita in questo primo scorcio del 2016, con un’intensità che mi mancava da tempo. Finalmente, aggiungo senza nascondermi, quando sale la pressione lavorativa mi sento a mio agio e do il meglio di me stessa.

Così, mi sono assentata, ma ho notato con grandissimo piacere che il blog è stato meta quotidiana di parecchi lettori. Nell’ultimo periodo hanno vinto gli argomenti legati alla cosmetica e al fitness. Anche questo mi fa piacere, visto che entrambi i temi sono i miei preferiti e proprio nell’ambito di questi intensificherò la produzione di post.

tra una commissione e l'altra ci sta anche un bell'impasto per crostata...

tra una commissione e l’altra ci sta anche un bell’impasto per crostata…

Le mie giornate di ferie, sono solitamente dedicate a smazzare incombenze amministrative, il che significa che non si tratta di vere e proprie ferie, ma di corse fino all’ultimo respiro nel tentativo di piazzare il maggior numero di colpi a segno, ovvero, eliminare sospesi di qualsiasi genere. E qui è iniziato il bello. Sarà stato il tempo instabile, ma oggi negli uffici pubblici (ne ho dovuti girare tre…) il tasso di scortesia nei confronti dell’utenza (io in particolare) ha raggiunto livelli da parodia.

Quando mi capitano esperienze come quelle odierne, non controbatto mai e lascio che l’emittente si sfoghi contro di me. Di tutto ciò che  mi scaraventano contro, non mi resta addosso nulla, scivola tutto via, strappandomi a volte anche un breve sorriso (odiano il sorriso: la bile fuoriuscirà dai loro occhi imbrattandovi…). Sono dell’avviso che la maleducazione gratuita e ingiustificata sia solo sintomo di malessere esistenziale, di profonda insoddisfazione per una vita piccola, piccola, fatta di poco e niente. Questo per me vale sempre, nella vita reale e in quella virtuale dei social network.

Oggi ho brevemente sorriso all’impiegata, mentre sgarbatamente mi restituiva un certificato. Un breve sorriso, leggermente storto, con l’angolo destro della bocca portato all’insù. Insomma, ho tirato fuori la mia faccia da stronza, come direbbe mia figlia. Quella che riesce a tenere a bada amici e fidanzati (suoi). E quella faccia deve aver fatto così male alla pessima impiegata da farla diventare paonazza e dilagare ancor di più con altre cattiverie. Mi dispiace per lei e per la sua vita piccola, piccola, fatta di poco e niente.

Non è stato l’unico incontro spiacevole, ma tant’è. Oggi girava così, mentre io giravo mollemente per la mia città a far commissioni, facendo tappa di tanto in tanto nei luoghi del cuore. In pasticceria, a godermi caffè e frittelle piene zeppe di crema alla mela o in libreria a fare acquisti estemporanei.

Tappa del cuore...

Tappa del cuore…

La consolazione è prontamente arrivata dal secondo acquisto di un bikini pazzesco di VICTORIA’S SECRET. Una bomba. E’ il secondo che acquisto dagli States e temo che non sarà l’ultimo. Se lo posterò? Ma certo! Guardando al ranking dei post più letti, quelli dedicati ai costumi da bagno Calzedonia e Yamamay sono nella top ten assoluta. Evidenza di gradimento ;))) Aspettate qualche mese, poi li scopriremo insieme.

In una giornata del genere, non potevo esimermi dal fissare un celestiale trattamento viso e capelli nel mio “Total beauty saloon” HAIR & SPIRIT. Con la sorpresa finale di un grandinata proprio nel mezzo del cammin verso casa…

grandine a cremona in gennaio

Non mi sono fatta mancare proprio nulla. Nemmeno una super-insalata antiage. Ho mixato di tutto, pere a pezzetti, cuori di palma a rondelle, mix di frutta secca, spinacino, rucola e altre amenità green. Condita con l’olio extravergine più buono che ci sia. Il mix si è rivelato molto azzardato. La rucola, ad esempio. Risultava un pugno al palato, ma alla fine apprezzabile per il gusto a sorpresa. Ogni assaggio non era mai uguale al precedente e questo mi ha divertita.

insalata antiage

Insomma, ho tirato fuori un’insalata “indiavolata”, proprio come me, come ebbe l’ardire di definirmi qualcuno un po’ di tempo fa. E considerate le circostanze, ne aveva ben donde…

CHE NE DITE DELLA FOTO PRINCIPALE? SIAMO IO E IL MITICO CAMPIONE OLIMPICO DI CANOTTAGGIO SIMONE RAINERI! UN ONORE AVER REMATO CON LUI!

 

(Visited 147 times, 1 visits today)
Stampa Stampa