“Lo sport fa bene.”

“No, fa male. Alla nostra età, poi…”

“Quale età?”

Avete mai praticato uno sport? Nell’infanzia, quasi sicuramente. Poi, magari avete smesso proprio durante quello schizofrenico passaggio della vita che si chiama adolescenza, ma qualcosa da piccole avrete fatto senz’altro. Perché era normale, quasi una consuetudine, che i bambini degli anni ’70 frequentassero lezioni di sport. Quel tanto che bastava a educare corpo e spirito.

UNA BAMBINA E TUTTO IL MONDO SU UNA TRAVE

Nonostante vivessi in provincia, la scelta in termini di discipline era abbastanza ampia. Molti dei corsi erano gestiti dagli oratori, ma sotto l’egida federale, pertanto gli allenamenti venivano condotti da istruttori espertissimi. Dalle palestre e dai campi degli oratori sono usciti grandi campioni, insomma, nella ridente città di Cremona lo sport era una questione di indubbia serietà! Si andava due/tre volte la settimana, accompagnati dalle mamme e guai a mancare.

La mia, che avrebbe desiderato frequentassi la scuola di danza classica, non ha mai fatto fatica a convincermi ad una regolare frequenza, anzi. Ero la prima ad arrivare e l’ultima ad uscire dalla palestra. Mi incollavo alla trave, incrociando braccia e gambe attorno all’attrezzo, pur di non staccarmi da quel luogo meraviglioso, che odorava di gomma, di legno, di umidità. Un odore buonissimo. Dovevano spegnere tutte le luci dell’impianto sportivo per convincermi a riguadagnare la strada degli spogliatoi, poi non era mica finita… In quei locali angusti, con i lavelli gocciolanti, si continuava a fare acrobazie. Se non fosse abbastanza chiaro, lo sport della mia formazione di atleta e di donna è stato la ginnastica artistica, che ho praticato per dodici anni. Anche se nella mia testa, non ho mai smesso un minuto di volteggiare in pedana.

AGONISTE SI NASCE… E IL DEMONE DELLA COMPETIZIONE NON TI MOLLA PIU’

Da agonista nata quale sono, la pratica di uno sport è sempre stata finalizzata alla competizione. Per scelta naturale. La mia storia, pertanto, non è assolutamente rappresentativa in questo contesto. Penso ancora alle gare, ho in mente ancora il podio. Se decido di praticare una disciplina sportiva, lo faccio con la determinazione al risultato che mi animava un tempo. Ovviamente, con prestazioni adeguate all’età!

In questo spazio invece parleremo di sport, inteso come sana pratica di attività motorie di vario tipo, benefica e anti-età. Passatemi il termine “sport”, anche se divagheremo abbondantemente tra discipline di vario genere: per me quella parola magica racchiude tutti i significati possibili!

Dunque, facciamo il punto, lo sport funziona come antidepressivo, euforizza, permette di controllare il peso, migliora la tonicità e l’elasticità del corpo e può cambiarti la vita. In meglio. Avete visto le fotografie che accompagnano questo post? Ebbene, la “ragazzina” che vedete sorridere e gioire è una cara amica di infanzia, con una storia davvero peculiare. Mi piace raccontarla e portarla ad esempio, quando mi capita di incontrare scetticismo sull’opportunità di iniziare un’attività motoria in età matura.

ELENA E LO SPORT CHE FA RINASCERE

Elena un giorno ha deciso che la sua vita sarebbe ripartita da lì. Dalla pratica di uno sport. E ha voluto cominciare proprio da quello che amava di meno, la corsa.

Dal carattere dolce, con un cuore grande e sensibile, Elena ha vissuto un pezzo di adolescenza sentendosi a disagio nella propria pelle. Un vero peccato, perché dall’alto del suo metro e settantacinque Elena svettava su tutte quante e non passava di certo inosservata. Negli anni a seguire, la vita è stata ingiustamente avara con lei, mettendola a dura prova negli affetti più profondi e spingendola a continue riflessioni sul suo ruolo di donna. Fino a quando ha capito che era arrivato il momento di reagire, di invertire la marcia. Ha stretto i lacci di un paio di scarpe da jogging ed è partita, liberandosi di tutti i pesi che fino a quel momento l’avevano costretta in una palude.

Macinando chilometri, prima faticosamente, poi con passo sempre più leggero, Elena si è lasciata alle spalle un passato complicato, ma soprattutto è riuscita a prendere in mano le redini della sua vita. Oggi, mi dice di essere profondamente cambiata. Si sente finalmente valorizzata e sicura, in tutti i campi della sua vita. E’ più efficiente ed efficace come madre (due gemelle splendide cresciute con lei e grazie a lei), come professionista (nel frattempo si è laureata e ha intrapreso un percorso professionale molto impegnativo), come individuo (la vedete sempre con il sorriso). Elena è la dimostrazione di come un’attitudine positiva e costruttiva possa dare alla propria vita la dimensione desiderata. In questo contesto, la corsa ha dato un grande contributo alla sua rinascita.

ELENA E LO SPORT CHE FA CRESCERE

“Fin dove può spingersi Elena?” Una domanda, che ormai fa da motivo conduttore a tutte le sue imprese e che l’ha convinta ad andare oltre le corsette “terapeutiche”.

Per farla breve, nel giro di 3 anni, la nostra giovane quarantasettenne ha completato qualcosa come una quarantina di mezze maratone, 4 maratone e 2 triathlon sprint. E adesso, giusto per non annoiarsi troppo, vorrebbe cimentarsi con le sgroppate in mountain bike e le gare di gran fondo ciclistiche. Scusate, eh?!

ORA TOCCA A NOI! FORZA CON IL WARM UP!

La morale dopo questa densa premessa? Non rimandate più l’inizio di una attività fisica, accampando scuse come “non ho tempo”, “sono stanca”, “non ho mai praticato uno sport”, “mi verrebbe un infarto” e così via. Il nostro corpo e la nostra mente hanno bisogno di muoversi per invecchiare con garbo, quindi usciamo dal torpore e andiamo a cercare qualcosa che sia in sintonia con il nostro stile di vita e con le nostre possibilità. Io vi aiuterò, con il contributo di esperti del settore, ad inquadrare una serie di attività facili e divertenti, per cominciare a risvegliare l’atleta che giace sopito in voi. Studieremo programmi di facile applicazione, ma di sicuro effetto, misurabili e altamente gratificanti. Daremo un’occhiata alle novità del fitness, facendo tappa nelle cattedrali del benessere di tutto il mondo e non mancheremo di ispirarci con gli outfit sportivi più trendy del momento. Ci sarà davvero da divertirsi.

Vi aspetto numerosissime al nostro “body big bang”, cominciate a riscaldarvi!

 

Luana e il canottaggio

E poi ci sono io. Da un paio di mesi ho iniziato la pratica del canottaggio. Follie dell’età… (Photographer: Mauro Gaimarri 2014)

 

 

(Visited 475 times, 1 visits today)
Stampa Stampa