I miei progetti di SUPER-CANOTTIERE MASTER si sono infranti ancor prima di dare qualche misero fruttino.

Canottieri Baldesio Cremona Canottaggio

Me ne vado sconsolata, dall’hangar della Società Canottieri Baldesio… (photographer: Mauro Gaimarri)

 

Nulla di grave, solo una sospensione degli allenamenti fino alla prossima primavera.

Ma come, fino alla prossima primavera? Ma avete presente il colpo fisico e morale che mi avete assestato? Io che per nulla al mondo avrei mai rinunciato alle mie due ore settimanali di fatica disumana… E proprio adesso, che cominciavo a capirci qualcosa, che avevo imparato ad attraccare da sola alla zattera… Bam, invecchiata di cinque anni in un colpo solo (quindi, sono già ben oltre la cinquantina…)!

 

Canottieri Baldesio canottaggio Cremona

La discesa con barca in spalla, coadiuvata da supercoach Giorgio! (photographer: Mauro Gaimarri)

Divertita, mi sono divertita. Il piacere di imparare qualcosa di nuovo e, se mi permettete, un pochino fuori dalla norma, mi ha “farcita” di nuova motivazione a tutti i livelli. Poi, il gruppo di noi “vecchietti” del remo era davvero figo! Insomma, seppur breve, l’esperienza del canottaggio mi è stata davvero utile. Naturalmente siamo tutti speranzosi di ricominciare il prossimo anno, più grintosi che mai.

DOPO IL CANOTTAGGIO, CHE FARE?

Ora arriviamo al punto. Che fare in alternativa? Intanto, non esiste alternativa al canottaggio e non solo perché sono necessari almeno una barca, un paio di remi e uno specchio d’acqua, ma anche per il volume di stress psico-fisico senza pari sviluppato durante gli allenamenti. Stress positivo, ovviamente.

Questo è un bel dilemma per chi come me, è alla ricerca di una disciplina sportiva da cominciare daccapo e, possibilmente, con piglio non “dopolavorista”. L’opzione più semplice sarebbe stata riprendere a correre, cosa che però ultimamente non mi scatena più le endorfine di una volta. Sì, ogni tanto vado, ma con l’urgenza, dopo pochi passi, di terminare per dedicarmi alle innumerevoli faccende che affollano il quotidiano. No, ci vuole ben altro.

Indovinate allora, a chi mi sono rivolta per un consulto? Bè, ma alla mitica Elena, che elevo ufficialmente al rango di “PSYCO-SPORTY COACH” di tutte noi! Se vi siete perse la sua storia fantastica, cliccate qui per leggerla. La apprezzerete profondamente.

ELENA, “PSYCO-SPORTY COACH”, MI RIBUTTA IN ACQUA!

Elena, mi ha convinta a provare il NUOTO, che lei pratica, insieme alla corsa e al ciclismo.

Il nuoto è uno sport “WOMEN FRIENDLY” e soprattutto è praticabile a qualsiasi età, con pochissime controindicazioni. Permette il controllo del peso, addirittura il dimagramento, tonifica tutti i muscoli, ha benefici effetti sull’apparato cardio-circolatorio, facilita il recupero fisico nel caso di infortuni. Certo, non è divertente come remare, ti costringe a esercizi di introspezione non voluti… del resto col capoccione giù in acqua, cosa potresti fare se non rimuginare sulle questioni esistenziali?

Dunque, questa sera si scende ancora in acqua, non in barca come nei giorni di gloria, bensì in corsia e vediamo come va. Si tratterà di nuotare per un’oretta, con un unico obiettivo: riprendere confidenza con l’acqua. So già che me la vedrò con l’astio dei velocisti della vasca, i “Mangini-Rosolino” mancati, quelli che scalpitano dietro di te, poi ti superano spruzzando che manco Moby Dick. Prevedo scintille!

… E ADESSO COSA MI METTO?

Per questa occasione così importante, scatterà lo shopping selvaggio. Mi manca tutto, dal costume intero alla cuffia in silicone. Per non parlare degli occhialini e delle ciabattine da doccia. Insomma, disciplina nuova, look tutto nuovo.

Chanel Cruise Collection Nuoto

Il sogno di ogni “ondina” che si rispetti: Chanel Cruise Collection.

Ad esempio, potrei osare un diabolico pezzo da novanta di Chanel! Come quelli che ho scelto per sdrammatizzare il post di oggi… che ne dite? La borsa nella foto di apertura credo sia sufficientemente capiente per farci stare tutto ciò che occorre!

Stasera proveremo un nuovo approccio all’allenamento, che condivideremo molto presto. Parto come principiante, spero quindi sia di stimolo anche a voi, a riprovare l’ebbrezza della “bracciata al cloro”. Se invece state già praticando il nuoto e avete voglia di darmi qualche consiglio, sono qui pronta ad ascoltarvi. Vediamoci in vasca!

Fiume Po canottaggio Cremona

Capite ora, perché mi manca il canottaggio? Questa foto l’ho scattata in barca: un tramonto sul Po che non lascia scampo…

 

(Visited 1.091 times, 1 visits today)
Stampa Stampa