Manca solo qualche ingrediente, poi sono a posto. In cucina non manca nulla.

La casa, invece, quest’anno lascia davvero a desiderare e un po’ mi dispiace. Vorrà dire che lascerò che l’atmosfera delle feste si manifesti nei profumi sprigionati da forno e pentole, anziché nelle lucine artefatte o nei festoncini colorati. Ho acquistato giusto delle candele, che la sera della Vigilia sono solita accendere in giro per casa. Non mi nascondo dietro frasi fatte o felicità a tutti i costi. Ammetto che speravo di passare un Natale in compagnia di un umore un po’ più positivo, ma tant’è. Speriamo che la “terapia del fornello”, come la chiamo io, riesca a risollevare le sorti di un 2014 davvero complicato.

Di cosa parliamo dunque stasera? Parliamo di sperimentazione. Quando cucino, lascio poco al caso. In occasioni come queste, poi, prima di portare in tavola un piatto, lo provo qualche giorno prima. Così è stato. Lo scorso weekend ho realizzato dei tortelloni ripieni di zucchine e gamberetti, con farine specialissime fatte arrivare da un gioiello di mulino: MULINO MARINO.

Ho scelto due tipi di farine molto particolari per la realizzazione dei miei supertortelloni. Farine realizzati con cereali antichi, dalle proprietà assolutamente benefiche. Con queste farine realizzerò anche i pani che servirò ai miei ospiti. Voglio tenervi sulle spine e non vi svelerò ancora il segreto delle mie farine, ma lo farò molto presto. Ci tengo a documentare tutte le ricette che preparerò, poi sarò pronta ad alzare il sipario.

Intanto fatevi un giro sul loro sito e cominciate a familiarizzare con l’incredibile offerta a completa disposizione di noi, appassionati di bakery. Ho acquistato le farine con una semplice e-mail, con pagamento contrassegno. Consegna, dove volete voi. Puntualità, servizio, precisione. Insomma, penso che molto presto mi farò un giretto nelle Langhe per fare la loro conoscenza diretta.

Per il momento, godetevi questi tortelloni che ho realizzato con due differenti impasti: 1 all’uovo e 1 con aggiunta di nero di seppia. Ho giocato con i grafismi per divertirmi un po’. Il ripieno che ho preparato è assai semplice, ovvero un evergreen zucchine e gamberetti. Il risultato a tavola è stato eccellente e non solo per l’effetto “wow” scatenato alla vista dei tortelli, così personalizzati. Il sapore della pasta, grezzo e pieno ha conquistato i miei personalissimi “assaggiatori”.

Insomma, ho avuto il “go” a procedere, così domani sera inizierò la grande maratona del tortello. Se avrete voglia di fare un giro sul blog a notte fonda, potreste anche trovare la diretta della lavorazione.

A tutti i cucinieri, una buona continuazione! Continuate a seguirmi!

tortelli fatti in casa mulino marino

TORTELLONI “GRAPHIC”!

RICETTA “TEST”: TORTELLONI “GRAPHIC” RIPIENI DI ZUCCHINE E GAMBERETTI

tortelli fatti in casa mulino marino

Eccoli serviti! Ottimi!

Per l’impasto/test ho utilizzato: 200gr di farina del Mulino Marino, 2 uova, 1 abbondante presa di sale, olio extravergine d’oliva, nero di seppia recuperato nella pescheria di fiducia.

farina pasta fatta in casa mulino marino

La farina magica di MULINO MARINO pronta per lo show!

Per la farcitura: 2 zucchine ridotte a dadolata e una confezione di gamberetti a loro volta sminuzzati, fatti saltare in padella con olio extravergine d’oliva, aglio, sale e pepe. Porto a cottura, avendo cura di mantenere la polpa del gambero morbida. Regolate di sale assaggiando. Questa farcitura ha una dominante “dolce”.

tortelli gamberi e zucchine mulino marino Vigilia di Natale

Una semplice, ma gustosa farcitura. Perfetta per la cena di magro della Vigilia.

Realizzate due diversi impasti, quindi tagliate con l’ausilio di tagliapasta e rondelle, vari formati per comporre figure a vostro piacimento. Il tortello è di base quadrato. Riempite con una bella dose di farcitura il centro di ogni quadrato e sigillate con un pezzo “graphic” a vista.

Si cuociono in acqua bollente salata per qualche minuto. Io li ho serviti su un letto di farcitura avanzata, ma potete sbizzarrirvi come volete. Ottimi con una abbondante grattugiata di Parmigiano Reggiano.

Vi aspetto domani…

(Visited 377 times, 1 visits today)
Stampa Stampa