Giuro che non lo sapevo. Gli americani, indiscussi leader nello show-biz, hanno inventato un calendario celebrativo che, ogni giorno, stabilisce ricorrenze pronte per essere festeggiate.

Ad esempio, il 2 di gennaio hanno festeggiato la giornata del “bignè alla crema”, mentre venerdì prossimo celebreranno le “bolle da bagno”. Questa cosa mi diverte un sacco e mi domando perché non farlo anche noi e nobilitare così quegli aspetti della nostra vita che ci piacciono, ci divertono o ci fanno stare bene. Che dite, cominciamo anche noi, magari mettendoci quel sano spirito goliardico all’italiana?

Bene, volete sapere cosa si festeggia oggi negli States? Oggi, 4 gennaio, è il “NATIONAL SPAGHETTI DAY” e in tutto il paese si fa a gara a preparare e consumare, soprattutto, piatti di spaghetti. Sui canali di cucina è una sfida continua tra chef e talent, per realizzare quel semplice, ma distintivo piatto che tanto parla di noi in tutto il mondo.

Per noi è un semplice piatto di pasta, per il resto del mondo è un’esperienza sensoriale sublime, difficilmente replicabile fuori dagli italici confini.

Allora, voglio celebrare anch’io questa giornata, buttando la provocazione oltreoceano. Perché gli americani saranno anche bravi a vendere e a creare i migliori presupposti di marketing, ma… ai fornelli non c”è proprio confronto, qui si vince noi alla grandissima!

LET’S CELEBRATE NATIONAL SPAGHETTI DAY WITH LUANA’S PASTA PARTY!

Vi propongo un formato importante, naturalmente fatto a mano, come questi BUCATINI TRAFILATI AL TORCHIO. Per prepararli, acqua, farina, sale e apposito strumento per ricavarli.

Bucatini fatti in casa trafilati al torchio.

Bucatini fatti in casa trafilati al torchio.

La bellezza di questi bucatini sta nell’irregolarità assoluta. Nell’unicità del singolo bucatino. Nella forma grossolana, ruvida e per questo perfetta per attirare a sé il sugo più ricco che ci sia.

Un sugo importante per un formato di pasta che non lascia scampo.

Un sugo importante per un formato di pasta che non lascia scampo.

Guardate qui, anzi, chiudete gli occhi e inalate… non vi sembra di riconoscere ogni ingrediente del sugo?

Questa è la mia dedica con firma al 4 gennaio, per tutti gli americani che si metteranno tra poco a tavola, con l’ardente desiderio di un vero piatto di pasta all’italiana. Forza! Ci vuole solo tanta passione e il gusto per le cose buone e semplici. Io sono qui a celebrare con voi.

A tutti quanti, auguro un appagante e gustoso NATIONAL SPAGHETTI DAY!

 

(Visited 281 times, 1 visits today)
Stampa Stampa